Archivi tag: UPF

da Padova la PACE … giovani

Annunci

Commenti disabilitati su da Padova la PACE … giovani

Archiviato in politica

“la PACE … Record .. in bici”

Commenti disabilitati su “la PACE … Record .. in bici”

Archiviato in Cultura

9 AGOSTO: 470 Km in BICI in H24 per la PACE

Il 9 agosto sarà Guiness World Record – 470 Km di bici in 24 ore – Messaggio di Pace

Sarà ‘Peace on the road in bike’ grazie ai due ciclisti veterani di imprese estreme Roberto Magagna e Vanni Dal Checco che, coinvolti da Cristina Toso, Ambasciatrice di Pace dell’Universal Peace Federation e dalla Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo, con il supporto tecnico di Molena Bike di Padova, percorreranno in bicicletta 470 chilometri in una sola giornata consegnando alle Amministrazioni Comunali che incontreranno un messaggio di Pace.

La pace si costruisce giorno dopo giorno e messaggi di pace li possiamo consegnare, condividere, anche nella quotidianità – sono le parole di Cristina Toso, padovana, Ambasciatore di Pace dell’Universal Peace Federation, Ong – ONU servono però anche messaggi più incisivi, che possano lasciare il loro segno. Proprio in virtù di ciò ho chiesto a Roberto Magagna e a Vanni Dal Checco di ‘colorare di pace’ la loro impresa consegnando un Messaggio di Pace alle Amministrazioni Comunali che incontreranno nel loro percorso”. Messaggio di Pace – è scritto nella pergamena che lungo il loro percorso consegneranno nei Municipi del territorio attraversato – che superi ogni barriera, costruendo ponti di amicizia improntati sul rispetto e la reciproca conoscenza. L’impegno, la costanza e la responsabilità, uniti al Vero Amore sono la strada per costruire un mondo di Pace”.

L’impresa è semplice e al contempo virtuosa e ai limiti dell’estremo: una maratona in sella alle due ruote per rievocare la tappa più lunga nella storia del Tour de France, che è di 470 chilometri (la tappa La Rochelle – Brest, Tour de France del 1911, vinta dal francese Marcel Godivier, percorsa in 18 ore, con un dislivello di quasi 400 metri) in un’unica giornata. La partenza è alle quattro del mattino, da Pozzonovo per Roberto e da Stroppare per Vanni, dove abitano, superando poi Stanghella, verso Rovigo, Boara Pisani, Polesella, Ariano Polesine, Mesola, Porto Tolle, Goro, Gorino, passando il ponte di barche, percorrendo la Sacca di Scardovari, a seguire Polesine Camerini, Cà Giuliani, Boccasette, Pila, Porto Levante, valli di Rosolina, Isola Verde, Cavanella d’Adige, Loreo, Porto Viro, sinistra Po fino a Villanova Marchesana, Corbola, Papozze Grignano Polesine, Anguillara Veneta, Tribano e Pozzonovo. (vedi video:

L’idea di questo guiness la porto in serbo da anni – sottolinea Roberto Magagnaogni giorno per allenarmi vado a lavorare da Pozzonovo a Padova in bici, e da cinque anni, ogni estate, coinvolgo altri appassionati delle due ruote per un tour de force sulle due ruote. Così nel 2014 mi sono impegnato per la meta 250 chilometri e lo scorso estate, in compagnia di Vanni, Giancarlo Lideo e Federico Bertazzo, abbiamo percorso in una giornata 366 chilometri. Ah! La nostra non è improvvisazione in sella, ci siamo allenati io e Vanni insieme anche nelle settimane scorse e la tappa d’allenamento più lunga è stata 280 chilometri. Ora stiamo ultimando al meglio la preparazione atletica, con corpo e mente in perfetta sintonia con il takimetro posto a 470”.

Commenti disabilitati su 9 AGOSTO: 470 Km in BICI in H24 per la PACE

Archiviato in Cultura, politica

EXPO 2015 … messaggio per la PACE

Commenti disabilitati su EXPO 2015 … messaggio per la PACE

Archiviato in Arte e Tessuto Urbano, Cultura, politica nazionale, politica padovana, Reti associative, sociale

Nuovo Vescovo di Padova: un augurio di Pace…

Oggi l’annuncio del nuovo Vescovo della città di Padova: un augurio di un cammino di Pace con tutti i padovani vecchi e nuovi.

Il vescovo eletto Claudio ci scrive  (da    http://www.diocesipadova.it/ )

L'annuncio dell'elezione del vescovo Claudio nella diocesi di Mantova (da www.diocesidimantova.it)
L’annuncio dell’elezione del vescovo Claudio nella diocesi di Mantova (da http://www.diocesidimantova.it)

Sorelle e fratelli carissimi,

il Santo Padre Francesco, imprevedibilmente come sempre, ha scelto di inviarmi da voi come  Vescovo. Penso si sia attenuto alla sua sensibilità di scegliere gli ultimi. Vengo tra voi con la  consapevolezza di non essere all’altezza del Ministero episcopale e di una Diocesi bella e grande come quella di Padova. Spero che questo sentimento umano di preoccupazione, che immagino comprendiate, possa trasformarsi in umiltà cristiana, in invocazione di sostegno ed aiuto rivolto a Dio e a ciascuno di voi. 

Mi stanno accompagnando le parole di Gesù che dalla Croce dice: “Donna, ecco tuo Figlio”.  

Accoglietemi come un figlio che vi viene consegnato da Gesù. So che il Signore mi vuole bene e si preoccupa per me. E per questo mi affida alla Chiesa di Padova, come un figlio a una Madre. Vi prego di accogliermi nella vostra vita, nella vostra gloriosa storia, nella comunione dei vostri santi.  

Busso alla vostra porta da povero: non ho pretese.

E al discepolo Gesù dice: “Ecco tua Madre!”. Invoco dal Signore la capacità di rispettare tutti e di servirvi nelle vostre necessità. Sarò Vescovo per la vostra crescita spirituale, per servire la vostra gioia, per dare armonia ai vostri carismi. 

Il Vangelo dice: “Da quel momento la prese nella sua casa”. Discepolo e madre vivono insieme, nella stessa casa e diventano un “noi”: pranzano, si affaticano, gioiscono e piangono insieme: faremo così anche noi! Ascolteremo insieme il Vangelo e i poveri, ci aiuteremo reciprocamente, con generosità; serviremo insieme la gente che abita accanto a noi, spesso troppo affaticata; 

collaboreremo onestamente con le istituzioni sociali e civili e con tutti gli uomini e le donne che cercano il bene, l’amicizia, la giustizia e la pace. Insieme: cammineremo insieme!  

Sarà mio compito di Vescovo essere attento a chi ha il passo più debole e a non dimenticare gli ultimi, come ci insegna Gesù nel Vangelo e come ci testimonia Papa Francesco. 

Un abbraccio, sincero, affettuoso, colmo di speranza a tutti i parroci e a tutti i presbiteri e diaconi della diocesi: con loro soprattutto voglio abitare perché conosco bene la bellezza della vocazione pastorale, ma conosco anche le fatiche della quotidianità. Spero di poter sostenere, con vera dedizione paterna, il nostro seminario. 

Un saluto alle persone di vita consacrata che, con la preghiera e con la testimonianza di una vita totalmente ed esclusivamente dedicata a Dio, richiamano ognuno di noi alla radicalità della

vocazione battesimale e il primato del Regno dei cieli. 

Carissimi sorelle e fratelli nel sacerdozio battesimale, mi impegno ad essere tra voi come colui che dà coraggio, che rialza, che conduce da Gesù. E questo sarà il mio motto episcopale: “Coraggio, alzati, ti chiama”. E’ la misericordia di Gesù che sa percepire le grida dei poveri. Io mi riconosco, al vostro fianco, nei discepoli che hanno il compito di portare la misericordia di Gesù al cieco, seduto lungo la strada a mendicare e di portare Bartimeo all’incontro liberante con Gesù. 

Esprimendogli la vostra riconoscenza domando in particolare la benedizione del Vescovo Antonio. Pregate fin da ora per me. Chiedete anche l’intercessione dei santi che imparerò a conoscere e a sentire come fratelli e che fanno parte della “nostra” Chiesa: Prosdocimo, Giustina, Gregorio Barbarigo, Pio X, Leopoldo, Antonio e tutti i Santi e Beati della Chiesa di Padova. 

Il Signore volga il suo sguardo su di noi, ci benedica e ci doni la sua pace. 

 Don Claudio 

 sabato 18 luglio 2015

https://youtu.be/jO7ey63208M  (Ufficio comunicazione diocesi Padova – annuncio nuovo vescovo – Mons.Claudio Cipolla)

2 commenti

Archiviato in Cultura, politica, politica nazionale, politica padovana, Reti associative, sociale

24 maggio 1915 …

… il Piave mormorava …

Commenti disabilitati su 24 maggio 1915 …

Archiviato in Cultura, politica, sociale

“disparità è un puro scandalo…….. da leggere”

segnalo e vorrei condividere con Voi il ‘passaggio’ di Papa Francesco stamane all’Udienza Generale

(fonte: Radio Vaticana)

Uguale dignità uomo-donna, anche sul lavoro
Il cristianesimo – ha ricordato Papa Francesco – ha introdotto nel matrimonio l’uguale dignità tra uomo e donna. Si tratta di una “radicale uguaglianza tra i coniugi” che “deve oggi portare nuovi frutti”:

Per esempio – sono le parole del Santo Padre – : sostenere con decisione il diritto all’uguale retribuzione per uguale lavoro; perché si dà per scontato che le donne devono guadagnare meno degli uomini? No! lo stesso diritto. La disparità è un puro scandalo! Nello stesso tempo, riconoscere come ricchezza sempre valida la maternità delle donne e la paternità degli uomini, a beneficio soprattutto dei bambini”.

 

Commenti disabilitati su “disparità è un puro scandalo…….. da leggere”

Archiviato in Cultura, Letteratura, Reti associative, sociale

25 aprile 2015

… depongo la ‘corona’ ai caduti (vedi post precedenti)

... la 'corona' ai caduti

… la ‘corona’ ai caduti

Commenti disabilitati su 25 aprile 2015

Archiviato in Cultura, Reti associative

25 aprile: le ortensie ai caduti

Alla vigilia del 25 aprile qualcuno ha colto l’invito (il video-invito che ho pubblicato, vedi il post precedente)  un fiore per … il 25 aprile e al monumento ai caduti di via Guido Reni a Padova

ha posto una composizione di ortensie ai caduti 

il monumento ai caduti di via Guido Reni a Padova alla viglia del 25 aprile

il monumento ai caduti di via Guido Reni a Padova alla viglia del 25 aprile

Commenti disabilitati su 25 aprile: le ortensie ai caduti

Archiviato in Cultura, Reti associative, sociale