SI PARTE … IN TRENO ….

Cristina Toso, ideatrice-della mostra "Il treno elettrico di Lima" - Peru

Cristina Toso, ideatrice della mostra “Il treno elettrico di Lima” – Peru

Padova: DOMENICA con i TRENI… ‘in famiglia’.

Inaugurata oggi mostra e vetrina di … treni….. ma …. domenica 27 novembre 2016, nella Giornata dei Treni , per i ragazzi Laboratori, Favole e al comando di convogli in miniatura e per gli adulti sosta alle ‘stazioni dei racconti-letture animate-foto-video e proposta di acconciature per le nozze, in abito bianco anni ’40, per le spose in partenza in treno per la ‘luna di miele’.

Domenica appuntamento con il mondo dei treni nelle favole – raccontate ai più piccoli, il Laboratorio di costruzione del proprio trenino, con varie tecniche – per i bambini, la possibilità di guidare un convoglio ferroviario in un grande plastico – per i ragazzi, la ‘stazione di lettura animata’ tratta dal romanzo “La ragazza del treno (bestseller 2015, ispiratore dell’omonimo film), la ‘Biblioteca vivente‘ di racconti di vita vissuta in treno – per gli adulti e la presentazione di acconciature per il giorno del matrimonio, ambientazione anni ’40, per le spose che partivano poi in viaggio con i treni a vapore.

dolcetti-a-forma-di-locomotiva-con-il-camino-di-cioccolata

dolcetti-a-forma-di-locomotiva-con-il-camino-di-cioccolata

Oggi (giovedì) inaugurata, sempre al Museo Veneto del Giocattolo, in via Toblino 51 (zona Mandria – capolinea bus 22), il luogo della domenica sulla strada ferrata, la mostra di foto del ‘Treno Elettrico di Lima‘, la capitale del Perù, realizzata da un’idea di Cristina Toso in sinergia con i volontari della Comunità Missionaria di Villaregia che a Lima operano, e aperta, inoltre, la ‘vetrina di pane/dolcetti e treni’ del panettiere Giuliano Ghion (via Cardinal Callegari 16, in zona San Carlo-Arcella).

Particolare della vetrina del pane condito di ... Treni

Particolare della vetrina del pane condito di … Treni

L’essere il fulcro e l’ideatrice della “Settimana dei treni” rientra nelle finalità di “Atelier delle Idee” – fa presente la dott.ssa Cristina Toso, Presidente di “Atelier delle Idee”, realtà padovana che s’impegna nelle politiche culturali al servizio delle politiche sociali – perché l’educazione culturale all’uso dei servizi, in questo caso servizi di mobilità pubblica, è uno dei cardini della nostra realtà. Ci siamo impegnati per realizzare un contenitore di eventi che possa avvicinare sia ragazzi che bimbi e nonni, anche insieme, in uno scambio intergenerazionale, che attraverso i ricordi, i racconti e le tecnologie più avanzate educhino al futuro.

Domenica (dalle 10 alle 18), infatti, saranno a disposizione anche piste di treni di vari materiali, adatte a varie età, ove genitori e figli, insieme, possono giocare. Le fiabe animate e i laboratori avvicinano i più piccoli a vivere ‘in avventura’ il loro viaggio e per costruire la propria ‘locomotiva magica’. La ‘stazione di lettura’ del romanzo “La ragazza del Treno” di Paula Hawkins, insieme anche alla proposta delle sfilate di acconciature anni ’40’, per il giorno di nozze, in abito da sposa, è un bel ‘ritorno al passato’ per i nonni. La mostra di fotografie “Treno elettrico di Lima”, la biblioteca viente e la proiezioni di video e foto di treni, sono una bella ‘finestra sul mondo’ per tutte le età.

Il tutto prosegue la dott.ssa Cristina Tosoper un ‘consumo’ anche culturale della mobilità pubblica. Impegneremo a tal fine linguaggi diversi, a seconda dell’età ed esperienza di vita, sempre con un linguaggio semplice e accattivante”.

Gli eventi proposti sono realizzati dalla sinergia attuata da “Atelier delle Idee” con gli Amici dei Treni, un gruppo di persone accomunate dalla passione per il mondo dei treni, da Women’s Federation for World Peace International, con la proposta della ‘Biblioteca vivente’ (racconti di ‘vita vissuta in treno’), dal panettiere Giuliano Ghion e dal parrucchiere Alessandro (via Ansuino da Forlì) della zona dell’Arcella, e dal Museo Veneto del Giocattolo.

Insomma, si potrebbe dire che vogliamo assaporare il ‘fascino’ del treno, delle avventure che sui treni possono accadere, che noi adulti –prosegue Cristina Toso– abbiamo già assaporato in vari libri e pellicole cinematografiche lontane e vicine del nostro tempo: dai fratelli Lumière, ai primordi del cinema (era il 1985 con “L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat”) a “L’assassinio sull’Orient Express” (tratto dall’omonimo romanzo di Agatha Christie) e molti altri ancora”.

 

 

 

Annunci

Commenti disabilitati su SI PARTE … IN TRENO ….

Archiviato in Cultura, politica, Reti associative

I commenti sono chiusi.